Non c'è modo per garantire che si eviti un attacco terroristico, ma ci sono cose che puoi fare che aumentano le tue possibilità di sopravvivenza.

image

Con il numero di attacchi terroristici di lupi solitari in crescita in tutto il mondo, come quello appena avvenuto a Las Vegas con 55 morti e più di 500 feriti, e con scarsa probabilità che i governi siano in grado di impedirli, è tempo di prendere le cose nelle nostre mani e fare tutto ciò che è possibile per proteggerci da un simile evento.

Come avevamo scritto ai tempi dell' attentato terroristico a Bangkok, uno dei metodi migliori e consigliati dagli esperti di sicurezza era di Correre, Nascondersi e Chiamare soccorsi ( o reagire nel caso ci si trovasse di fronte un aggressore ).

Le autorità di sicurezza in tutto il mondo, adesso, sono d'accordo sul fatto che il miglior modo d'azione non è quello di proteggerti sul posto - in altre parole nascondersi sotto la tua scrivania - ma muoversi velocemente, se la situazione te lo permette, per aumentare la tua sicurezza, o per nasconderti in una posizione sicura.

Durante l'episodio terroristico di Londra del giugno 2017, la polizia britannica ha usato per la prima volta questo protocollo: Run, Hide, Tell. Corri, Nasconditi, Avverti la polizia, adesso è il loro mantra, ma il capo dell'unità anti-terrorismo della polizia di Londra aggiunge che la strategia,se entrambe le azioni non riescono a proteggerti, e ti troverai faccia a faccia con un aggressore, puoi scegliere di combattere - fisicamente.

Run, Hide, Fight

Il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti è più esplicita e include la FIGHT, reagire Combattendo come terza parte della strategia. Questa è una metodologia che ha dimostrato successo ed è stata messo in azione nell'attacco al mercato di Londra Borough.

Persone ordinarie di fronte ai terroristi armati hanno combattuto con loro gettando tavoli e sedie e bicchieri spaventandoli. I rapporti suggeriscono che il primo ufficiale di polizia in scena al London Bridge abbia fermato temporaneamente tutti e tre i terroristi, armato solo del suo bastone, ed era molto efficace - i cosiddetti lupi solitari si sono rivelati spaventati e pochi secondi dopo sono stati neutralizzati da altri poliziotti.

Non devi essere armato per combattere, puoi usare con qualsiasi cosa hai a portata di mano, un ombrello, un distributore di nastro adesivo (di solito sono abbastanza pesanti), anche una penna. Ma è fondamentale che ti impegni nella lotta e non ti fermi finché l'attaccante non sia sopraffatto e neutralizzato.

Ovviamente per arrivare a questo estremo devi trovarti davanti ad un aggressore armato, deciso ad ucciderti e tu non abbia altre vie di fuga, prima cerca di correre, nasconderti e chiamare la polizia.

image

Suggerimenti di sopravvivenza

Preparazione.

Run, Hide, Tell (& Fight) sono azioni da intraprendere quando sei nel pieno di un attentato violento, terroristico o meno. Ma come ci si prepara per quel momento è fondamentale. È un istinto umano e naturale "congelarsi" quando avviene qualcosa di insolito. Un attacco terroristico lascia al cervello pochi secondi per comprendere che avviene un comportamento o una situzione anormale. Si chiama latenza normale. Quasi tutte le morti in una situazione in cui avviene una sparatoria, come quella di Las Vegas, si verificano nei primi minuti, mentre le vittime sono stordite e cercano di prendere una decisione su cosa fare.

Se hai già pensato a cosa fare in una situazione simile - attraverso la preparazione - potrai entrare in azione (correre, nasconderti) e quei secondi ti permettono di sopravvivere. C'è una teoria e una ricerca approfondita dietro questo metodo. Se vuoi saperne di più cerca l' OODA Loop (Osserva, Orientati, Decidi, Agisci) che è un metodo per eagire in maniera lucida ed effecacie dello stratega militare John Boyd - a cominciare da questo grande articolo, quindi seguire i link.

Come prepararsi

Sii sempre consapevole del tuo ambiente. Tieniti su un allarme a basso livello. I colpi di arma da fuoco non suonano come nei film, sono più simile a un suono scoppiettante, per questo tante persone dicono di aver pensato che i colpi di arma da fuoco fossero fuochi d'artificio. Non ignorare quel suono. Stabilire il più velocemente possibile la provenienza del suono e prendi una decisione su come agire (osserva, orientati e decidi).

Controlla tutte le uscite dalla tua posizione. Camminando attraverso un centro commerciale, cerca i segnali verdi delle uscite. I ristoranti hanno sempre un'uscita posteriore in cucina, e stabilisci se sia più vicino e più sicuro della porta d'ingresso.

Attento ai comportamenti insoliti. Se vedi qualcuno entrare in un edificio attraverso un percorso insolito, come una porta antincendio, preparati. Potrebbe essere solo una persona che prende una scorciatoia, ma se tira fuori un'arma, sei già pronto e puoi reagire velocemente.

Evita il peggio delle folle. I terroristi mirano a infliggere i massimi danni per questo cercano le folle di persone. Questa è stata la situazione dell'attacco di Manchester Arena nel maggio 2017. La folla di persone che si sono accalcate alle uscite dell'arena sono state colpite in pieno dalla forza dell'esplosione. Siediti e rimani al tuo posto fino a quando l'onda maggiore della folla non è passata.

Non essere paranoico

Preparati ma non essere paranoico. Purtroppo queste sono conoscenze che dovremo incorporare nella nostra vita quotidiana, ma non devono essere un peso. Ad esempio, tutti sappiamo che correre in strada, in mezzo al traffico, potrebbe avere conseguenze mortali. Per imparare che prima dobbiamo guardare la strada in entrambe le direzioni lo abbiamo assimilato prima di uscirdi casa. Quindi lo faremo istintivamente, ma abbiamo dovuto imparare questa abilità. Le scuole insegnano ai bambini piccoli e i genitori rafforzano continuamente quel messaggio di non ttraversare la strada senza prima aver controllato che arrivino macchine.

Un giorno controllare le uscite, ascoltare i suoni, osservare comportamenti inusuali e avere un piano d'azione ti sarà altrettanto istintivo.

Una nota particolare viene dalla voglia irresistibile di fare video e foto, sopratutto per i giovani. La prima reazione è prendere il telefono e riprendere cosa succede. Questo fà perdere secondi preziosi, rende vulnerabili essendo in piedi e comunque fermi e facilmente individuabili, sopratutto durente un attacco con armi da fuoco. Per quanto sia un istinto ormai radicato il telefono non rende invulnerabili, anzi trafirma nel bersaglio migliore di un terrorista.

RIFERIMENTI:
Come rimanere vivi in un attacco armato o terroristico
Come viaggiare all'estero, in modo sicuro, nell'era del terrorismo
Children are being taught to ‘run, hide, tell’ if caught in a terror attack

Commenta e condividi le tue idee.
Iscriviti alle nostre NEWSLETTER e ricevi articoli sui viaggi e il turismo