È probabile che l'artiglieria e i mezzi corazzati siano i primi a scatenare la nuova offensiva russa nelle pianure orientali dell'Ucraina.

Le autorità ucraine affermano che la Russia ha lanciato la sua tanto attesa nuova offensiva nella regione orientale del Paese del Donbas. Pesanti sbarramenti di artiglieria russa, così come potenziali attacchi aerei, sono stati segnalati praticamente lungo l'intera linea del fronte attuale, da Kharkiv a nord-est a Mykolaiv a sud. Un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti ha affermato all'inizio della giornata che le forze russe avrebbero fatto affidamento sull'artiglieria, oltre che su mezzi corazzati pesanti, per questa nuova fase delle operazioni a causa del terreno più piatto in questa parte dell'Ucraina, che la rende più favorevole alle tradizionali operazioni meccanizzate.

I rapporti secondo cui l'artiglieria e gli aerei russi stavano colpendo obiettivi quasi contemporaneamente su un'ampia fascia dell'Ucraina orientale e meridionale hanno iniziato ad emergere poco prima delle 23:00 ora locale. È stato riferito che unità ucraine in alcune aree del Donbas erano state oggetto di intensi bombardamenti all'inizio della giornata, come spesso è avvenuto nelle ultime settimane, ma i nuovi attacchi sembrano essere più coordinati.

Il Tweet qui sotto del Ministero della Difesa del Regno Unito mostra le posizioni generali delle linee del fronte in Ucraina, da Kharkiv a Mykolaiv, così come esistevano il 18 aprile.

Dalla fine di marzo, ci sono state indicazioni in costante crescita che l'esercito russo ha riposizionato, rifornito e rimontato le unità in vista di una nuova grande offensiva incentrata principalmente sulla sicurezza di tutto il Donbas e potenzialmente mirata a dividere il paese in misura più ampia . Il ministero della Difesa russo aveva più o meno affermato che questo era il suo piano il 25 marzo, quando ha dichiarato conclusa la prima fase dell'operazione in Ucraina. Dal 2014, il governo russo ha sostenuto attivamente i separatisti in due repubbliche separatiste nella regione del Donbas, riconoscendo ufficialmente le sedicenti Repubbliche popolari di Luhansk e Donetsk come paesi indipendenti in vista della sua invasione totale a febbraio.

"Questa mattina, una fase attiva dell'offensiva russa iniziata quasi lungo l'intera linea del fronte, gli occupanti hanno cercato di sfondare le nostre difese", ha successivamente scritto su Twitter Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell'Ucraina. "Il nostro esercito si sta difendendo, non stiamo cedendo i nostri territori".

Danilov ha affermato che l'esercito russo ha il compito di invadere e occupare tutte le regioni ucraine di Luhansk e Donetsk, che insieme costituiscono il Donbas, come "regalo" di Pasqua per il presidente del paese Vladimir Putin. La domenica di Pasqua nella Chiesa ortodossa orientale cade il 24 aprile di quest'anno.

Non è chiaro con quali informazioni Danilov avrebbe potuto lavorare per fare questa valutazione. In passato c'erano state notizie secondo cui l'esercito russo avrebbe potuto spingere per ottenere una vittoria importante di qualche tipo in Ucraina entro l'inizio di maggio, in vista della celebrazione annuale della sconfitta dell'Unione Sovietica della Germania nazista durante la seconda guerra mondiale.

Il governo russo ha affermato fin dall'inizio che uno degli obiettivi principali della sua "operazione militare speciale" è la "denazificazione" dell'Ucraina, che molti hanno considerato un implicito appello al cambio di regime. In risposta a tutto ciò, i funzionari ucraini hanno affermato che l'invasione della Russia è equivalente, o addirittura peggiore, dell'occupazione da parte dei nazisti. Nei suoi Tweet sulla nuova offensiva russa, Danilov, che ha anche messo in guardia contro la sottovalutazione della Russia e ha invitato i civili ucraini a fuggire dalle aree di prima linea, ha definito Putin il "Fuhrer", un chiaro riferimento a Hitler.

Danilov ha anche affermato di non poter confermare che Yevgeny Prigozhin si trovasse nelle aree del Donbas occupate dai russi. Prigozhin, spesso definito "lo chef di Putin" o "il cuoco di Putin", è un famigerato oligarca che, tra le altre cose, ha legami con la compagnia militare privata russa nota come Wagner e un gruppo di disinformazione online chiamato Internet Research Agency, entrambi hanno forti legami con le agenzie di intelligence russe. Wagner è attivo nel Donbas dal 2014-2015 e, secondo quanto riferito, aveva iniziato a distribuire elementi aggiuntivi nella regione a marzo.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha successivamente tenuto un discorso televisivo in cui ha annunciato che era iniziata la tanto attesa offensiva della Russia nel Donbas. "Ci difenderemo. Combatteremo", ha dichiarato.

Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha inoltre confermato che la nuova offensiva russa sembra essere iniziata.

Resta da vedere come procederà l'offensiva russa nel Donbas, così come in altre aree dell'Ucraina nord-orientale e meridionale. Proprio oggi, un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti ha affermato che l'artiglieria avrebbe dovuto svolgere un ruolo importante come ha già fatto nelle operazioni russe in Ucraina. Ha affermato che ci si potrebbe aspettare che l'esercito russo faccia più affidamento sulle forze dei mezzi corazzati, che potrebbero cercare di sfruttare il terreno più piatto e più aperto della regione del Donbas.

Il Donbas presenta un ambiente ideale per la guerra meccanizzata, a sua volta, ciò significa che l'Ucraina avrà probabilmente bisogno di più carri armati e altri propri veicoli corazzati pesanti per respingere qualsiasi nuova offensiva su larga scala nella regione. Il governo degli Stati Uniti, tra gli altri, sembra essere arrivato a un punto di vista simile nelle ultime settimane, con nuovi pacchetti di aiuti militari per l'Ucraina sempre più caratterizzati da veicoli corazzati e artiglieria pesante. Fino a poco tempo fà, l'assistenza militare straniera per l'Ucraina era stata incentrata quasi esclusivamente sulle armi di fanteria, compresi i missili anticarro e antiaerei a spalla.

Allo stesso tempo, sembra che le forze russe abbiano recentemente tentato senza successo di aprire dei buchi in una parte delle linee del fronte ucraine dentro e intorno alla regione del Donbas. I progressi della Russia in Ucraina sono già stati ostacolati per settimane da un misto di scarsa leadership, morale basso e fallimenti logistici, tra le altre cose. L'esercito russo ha recentemente nominato un nuovo comandante per supervisionare tutte le operazioni in Ucraina, Aleksandr Dvornikov, che ha una vasta, anche se controversa, esperienza nella guida delle forze in Siria, con un occhio chiaro nel cercare di cambiare le cose.

Non importa come il conflitto in Ucraina continuerà ad evolversi nei prossimi giorni, settimane e mesi, da ogni indicazione l'esercito russo ha ora lanciato un'offensiva rinvigorita nelle aree dell'Ucraina orientale e meridionale con l'obiettivo di ottenere maggiori successi con obiettivi più limitati.

Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline
Unknown
Unknown
Accept
Decline
Marketing
Set of techniques which have for object the commercial strategy and in particular the market study.
DoubleClick/Google Marketing
Accept
Decline