Appena finita l'ultima conferenza stampa da parte delle autorità di Chiang Rai e dei militari sul recupero dei 13 ragazzi dalle grotte di Tham Luang. Questo quello che si è appreso.

Tutti e 12 i ragazzi e il loro allenatore sono stati salvati con successo dalle grotte di Tham Luang nel nord della Thailandia dopo essere stati oltre due settimane intrappolati sottoterra.

I subacquei entrano nelle grotte per estrarre i quattro ragazzi e l'allenatore di football mentre altri si riprendono in ospedale Foto: Sakchai Lalit / AP

"I 12 Wild Boars e l'allenatore sono emersi dalla grotta e sono al sicuro", hanno scritto sulla sua pagina ufficiale di Facebook dell'unità dei Navy Seal della marina thailandese. “Hooyah.”

L'ultimo giorno dell'operazione è iniziato appena dopo le 10 di martedì, quando i primi otto ragazzi, liberati in operazioni effettuate la domenica e il lunedì, si sono ripresi in un ospedale della città più vicina, Chiang Rai.

La squadra di calcio "Wild Boars" e il loro allenatore sono rimasti intrappolati il 23 giugno mentre esploravano il complesso di grotte nella provincia settentrionale di Chiang Rai dopo che un acquazzone stagionale aveva inondando i tunnel.

I sommozzatori britannici hanno trovato i 13 ragazzi, affamati e rannicchiati nelle tenebre su un banco fangoso in una camera parzialmente allagata la scorsa settimana.

La pioggia torrenziale ha colpito il sito lunedì sera e ha continuato fino al mattino di Martedi, ma le autorità hanno dichiarato che i preparativi per la missione finale di salvataggio non erano cambiati.

"La forte pioggia potrebbe far pensare che ci fermiamo - ma la preparazione per la terza operazione è in corso sin dal primo mattino", aveva detto Narongsak Osatanakorn, capo del centro di comando congiunto che coordina l'operazione.

"Se tutto andrà bene, vedremo i quattro ragazzi, il loro allenatore, un medico e i tre Seals che sono rimasti all'interno. Usciranno tutti", Aveva detto. Il pericoloso salvataggio ha attanagliato il mondo, ma le celebrazioni si tingono di tristezza per la perdita di un ex subacqueo della marina thailandese, morto venerdì mentre era in missione di rifornimento all'interno della grotta.

I primi quattro ragazzi liberati si sono riuniti ai loro genitori lunedì notte attraverso un vetro. I funzionari della sanità pubblica decideranno martedì se il secondo lotto di ragazzi possono vedere le loro famiglie.

"[I genitori] li hanno visti attraverso un vetro a causa del controllo in corso di eventuali malattie", ha detto Osatanakorn. "Se i risultati del laboratorio sono negativi - nessuna infezione o nessuna malattia li ha contagiati - i genitori possono riabbracciare i loro ragazzi ma devono indossare camici e mascherine".

Dovranno mantenere almeno 2 metri di distanza dai loro ragazzi per almeno 48 ore, finché "non siamo sicuri che non ci siano infezioni, quindi potranno visitarli normalmente". Nessun ragazzo verrà dimesso dall'ospedale per almeno sette giorni.

Jesada Chokedamrongsuk, un medico del ministero della salute thailandese, ha detto in una conferenza stampa separata, presso l'ospedale di Chiang Rai, che gli otto pazienti erano allegri.

Due ragazzi del primo gruppo che hanno dai 14 ai 16 anni, hanno mostrato possibili segni di polmonite e tutti avevano problemi fisici e bassa temperatura corporea quando sono arrivati lunedì sera.

"Ora non hanno la febbre e possono fare le loro normali attività", ha detto Chokedamrongsuk. "Possono avere cibo normale ma stiamo facendo in modo che sia facilmente digeribile, non piccante o fortemente aromatizzato che piace tnato ai ragazzithailandesi."

I ragazzi avevano chiesto del cioccolato sul pane, che l'ospedale gli ha fornito. Stanno ancora indossando occhiali da sole per precauzione mentre i loro occhi si adeguavano alla luce.

"Per il secondo lotto di pazienti che è arrivato la notte scorsa, di età compresa tra 12 e 14 anni, sono arrivati con una temperatura corporea molto bassa, e uno di loro aveva una bassa frequenza cardiaca", ha detto.

"I dottori hanno trattato i ragazzi e ora stanno tutti bene e sono allegri. Parlano normalmente. Niente febbre Abbiamo iniziato a dare loro 'cibo digeribile' stamattina. "

Ha detto che il secondo gruppo di quattro ragazzi si sottoporrà a test dettagliati dei loro occhi, livelli nutrizionali e salute mentale, con campioni di sangue da inviare a Bangkok per testare eventuali malattie infettive.

"Tutti loro hanno un aumento dei globuli bianchi nel sangue, che indica infezioni, quindi abbiamo dato loro antibiotici come precauzione", ha detto Chokedamrongsuk.

Correlati:

I ragazzi nelle grotte di Tham Luang esposti ad una pericolosa infezione

Chi sono i 13 ragazzi ritrovati vivi dopo 10 Giorni nelle grotte di Chiang Rai

Iniziata ufficialmente, alle 10.00, ora Thailandese, la missione di recupero dei 12 ragazzi e il loro allenatore di calcio dalle grotte di Tham Luang a Chiang Rai in Thailandia.

Dopo essere sopravvissuti alle condizioni meteorologiche avverse, a forti stress corporei e a un inimmaginabile stress emotivo per essere stati per giorni in una buia ed umida caverna, i 13 devono affrontare altre sfide.

Arrivano piogge e maltempo a Chiang Rai, si temono l'aumento del livello dell'acqua e il fango nelle gallerie delle grotte che i ragazzi e gli stessi soccoritori dovranno attraversare.

Ti abbiamo spirato? Approfitta degli sconti e tariffe speciali di Airterminal e Skyscanner